Caratteristiche generali mandrini autocentranti Triblock™

Le caratteristiche generali di materiali, affinità al lavoro, precisione, bloccaggio sicuro, ricambi e garanzia dei mandrini autocentranti.

Produzione di mandrini autocentranti

Materiali e trattamenti termici

I materiali impiegati nella costruzione del Tribloc sono severamente selezionati con collaudi, sia all'atto della lavorazione, che dopo trattamento termico.

In particolare, dopo il trattamento di carbocementazione, tempra, rinvenimento, ogni singolo elemento viene controllato con prova Rockwell C.

L'ottima scelta dei materiali e le loro caratteristiche tecnologiche e meccaniche finali, assicurano al Tribloc buona efficienza, anche dopo un prolungato impiego alle più svariate sollecitazioni. Corpo, coperchio e attacco integrale, sono fusi in ghisa speciale (Meehanite) ad alta resistenza, con trattamento di stabilizzazione. Corona, pignoni, griffe, corsoi porta- morsetti, morsetti B, chiavette, corpo chiave, sono rispettivamente: stampati, laminati, fucinati in acc. legato al Ni.Cr. Mo (Cmt. Temp). I morsetti tornibili (tipo A), sono costru- iti in acc. C. 40.

Lavorazione e precisione finale

L'autocentrante Tribloc vanta oltre 40 anni di esperienza al servizio delle più qualificate esigenze. Tutti i particolari del cinematismo sono finiti di rettifica, compreso l'accoppiamento morsetti e spirali. Speciali attrezzature prevedono la finitura della corona e dei vari diametri di presa di griffe e morsetti, con centratura per costruzione, riducendo al minimo eventuali errori di concentricità e planarità.

Ogni Tribloc è accuratamente controllato secondo le norme Stanimuc (ente federato UNI), in 2 separati collaudi, e consegnato con referto completo di «norme per montaggio» e di collaudo.

Affinità al lavoro

Nella progettazione dei vari modelli Tribloc è stata data la massima importanza alla funzionalità dell'attrezzo, relativamente alle specifiche esigenze di impiego.

Questa caratteristica essenziale apparrà evidente, scegliendo tra la vasta gamma di versioni previste dal nostro programma. Sul corsoio portamorsetti (falsa griffa), è ricavato integralmente un attacco a doppio incastro rettificato indipendente dalla quota di alloggiamento sul corpo, che, consentendo la reversibilità dei morsetti su 2+2 diverse posizioni diametrali, allarga sensibilmente il campo di presa con utilizzazione integrale dei morsetti tornibili (normali o allungati).

L'autocentrante Tribloc, tramite l'impiego del corredo accessorio, si presta razionalmente sia in lavoro di serie, sia in attrezzatura.

Costruzione robusta

Tutti i particolari sono stati studiati e dimensionati, al fine di ridurre qualsiasi deformazione da invecchiamento, trattamento, usura, assicurando al complesso ottima robustezza anche in lavori pesanti.

Dal diametro 100 al 200 compreso, il corpo è ricavato da tornitura integrale; oltre il diametro 225, sono predisposte 6-8 robuste nervature, collegate con doppio anello.

Gli attacchi unificati ISO 702/II - 702/III, sono montati integralmente sull'autocentrante, con evidente irrobustimento del fissaggio alla macchina.

Bloccaggio sicuro

Il momento torcente normalmente prodotto sulla chiave in dotazione del Tribloc, garantisce un bloccaggio sicuro, sia con presa sul finito (griffe o morsetti tornibili tipo A), sia con presa sul grezzo (morsetti tipo B in acc. cmt. tmp. con estremità dentellate a tronco di piramide o griffe a forte presa).

Nel caso di staffaggio di pezzi irregolari, si eseguono a richiesta 2-3-4 cave radiali a ⊥ sul corpo, con apertura sia interna che esterna.

La coppia conica corona-pignone lavorata di dentatrice, unitamente alla spirale a passo corto, consente il massimo rapporto di riduzione del momento torcente sulla chiave di manovra.

Ricambi e garanzia

All'occorrenza sono normalmente disponibili da magazzino tutti i particolari finiti o semilavorati, tenendo conto che taluni di essi, quali il corpo, la corona, le griffe, richiedono dopo l'adattamento, il ripristino dell'allineamento di centratura.

L'eventuale richiesta di ricambi, dovrà essere corredata dai seguenti dati di riferimento:

  • diametro;

  • numero di matricola del mandrino.

La garanzia, della durata di 1 anno dalla fornitura, si riferisce a rotture dovute esclusivamente a difetti di lavorazione.

Scarica il catalogo

Scarica il catalogo Mandrini autocentranti

Mandrini autocentranti

1,1 Mb [.pdf]

Scarica